Sogno o Son Deste e la Crocifissione di Casa Romei

SOGNO O SON DESTE è il progetto culturale con l’obiettivo di riportare alla luce e divulgare i complessi figurativi che caratterizzavano numerose architetture in svariati luoghi legati alla Casa d’Este, tentando di ricomporre un linguaggio artistico che, in passato, dialogava con le altre espressioni dell’universo iconologico estense. Le facciate di rocche, palazzi, ville e chiese…

Leggi tutto >

Pala d’altare San Biagio di Fermo Forti: pannello quattro

L’affresco in questione si trova sopra l’altare maggiore della Chiesa parrocchiale, costruita a partire dal 1895 su progetto dell’ing. Carlo Barberi, con i lavori diretti da Amadio Giovanardi, sotto il parroco don Gaetano Masinelli e l’arcivescovo Mons. Carlo Maria Borgognoni; dal 1897 il  parroco diventa don Emilio Morselli. L’affresco viene fatto risalire alla seconda metà…

Leggi tutto >

Iconografia Madonna di Lourdes: pannello due

Questa specifica rappresentazione della Madonna si riferisce ad eventi legati alla storia recente del cristianesimo. Nel 1858 una giovane contadina, Bernadette Soubirous, ebbe numerose apparizioni di Maria nei pressi di una grotta situata appunto nel comune di Lourdes, in Francia. Durante le apparizioni Maria indicò alla giovane dove far emergere una nuova fonte d’acqua. La fonte…

Leggi tutto >

Sacro Cuore: pannello cinque

La rappresentazione di Gesù in questa particolare forma si sviluppa in epoca medievale in Germania, la sua diffusione avviene però grazie a Santa Margherita Maria Alacoque, una suora francese vissuta nella seconda metà del 1600 che ricevette diverse rivelazioni da parte di Gesù. Proprio durante la seconda esperienza mistica di Santa Margherita, la giovane suora…

Leggi tutto >

Le opere d’arte della cappellina: pannello sei

Le opere, ispirate alle antiche icone bizantine e all’arte del pittore russo Andrej Rublëv (1360-1430), vengono realizzate nel 2010 da Don Gianluca Busi in onore dei nuovi interventi di ristrutturazione della cappellina della chiesa di San Biagio di Maranello. Scopriamo meglio chi è l’artista: Don Gianluca Busi Sacerdote ed Iconografo, è attualmente Parroco a Marzabotto,…

Leggi tutto >

Cappella Beata Vergine Assunta: pannello tre

All’interno della cappella dedicata alla Vergine si trova la statua, realizzata agli inizi del ‘900, raffigurante la Beata Vergine Assunta nella sua veste tradizionale: è nell’atto di salire in cielo, con le braccia distese e i palmi delle mani e gli occhi rivolti verso l’alto, attorniata da due angeli. Questa statua riveste un significato particolare,…

Leggi tutto >

Chiesa di S.Biagio a Maranello: pannello Uno

  Le prime notizie storicamente certe riguardanti un insediamento fortificato a Maranello risalgono al 1191: un documento attesta questa località tra i possedimenti appartenenti al Monastero di San Pietro di Modena, dati successivamente in feudo ad Ubaldus De Marani Araldini, e probabilmente proprio Ubaldo edificò qui il primo fortilizio. Il toponimo Maranello trae probabilmente origine…

Leggi tutto >

Chiesa di San Biagio di Maranello

Il progetto di musealizzazione della chiesa di S. Biagio di Maranello si concentra sulla tutela e sulla valorizzazione del patrimonio storico artistico presente al suo interno e propone materiale inedito sulla storia della chiesa stessa. Grazie a pannelli didascalici e QR code si accede a informazioni audio-video e testauali che consentono di approfondire la storia…

Leggi tutto >

Il Castello di Guiglia:
tra storia e mondanità

Il Castello di Guiglia: tra storia e mondanità   Quando visitiamo un castello siamo inevitabilmente attratti dalla maestosità del luogo, dai dettagli architettonici, artistici e paesaggistici; dalle informazioni visive che quei fantastici sensori che sono i nostri occhi, portano alla nostra mente. L’impatto visivo delle opere d’arte, dei monumenti e della struttura in generale, è…

Leggi tutto >

Sistema metrico decimale
nel Ducato Estense a metà Ottocento

Quante storie nella storia: L’introduzione del sistema metrico decimale del Ducato Estense a metà Ottocento Il metro pari alla decimilionesima parte di un quarto del meridiano terrestre, la distanza dal Polo all’Equatore, come misura universale e invariabile, riproducibile e verificabile ovunque e sempre, venne introdotto in Francia nel 1795 dalla Convenzione Nazionale delle Repubblica Francese.…

Leggi tutto >