SOGNO O SON DESTE è il progetto culturale con l’obiettivo di riportare alla luce e divulgare i complessi figurativi che caratterizzavano numerose architetture in svariati luoghi legati alla Casa d’Este, tentando di ricomporre un linguaggio artistico che, in passato, dialogava con le altre espressioni dell’universo iconologico estense.

Le facciate di rocche, palazzi, ville e chiese torneranno così a narrare quel mondo artistico, tra i più importanti nella storia della cultura italiana, risplendendo grazie alla proiezione luminosa digitale delle ricomposizioni degli antichi decori originali.

L’1 luglio abbiamo partecipato a SOGNO O SON DESTE 2021, andato in scena al Museo di Casa Romei, a Ferrara. L’evento si è concentrato sulla ricomposizione della Crocifissione trecentesca posta nel Salone d’onore del Museo. Qui si conserva questa pregevole opera di autore ignoto risalente alla metà del Trecento. L’affresco fu staccato nel 1935 dalla parete di fondo della chiesa ferrarese di Santa Caterina. In basso, sul suo lato sinistro, è presente un’importante lacuna, esito di un distacco realizzato già nel 1846. Il frammento asportato, raffigurante le Tre donne dolenti, è oggi custodito dal proprietario barone Giovanni Ricasoli-Firidolfi, che ha concesso la riproduzione fotografica dell’opera. Grazie alla ricomposizione grafica dell’intero ciclo in cui era collocata la Crocifissione e ad una accurata proiezione luminosa del frammento pittorico è stata restituita una lettura complessiva della scena.

Il coordinamento tra l’impiego delle nuove tecnologie del rilievo avanzato, l’applicazione della tecnica del projection mapping e la ricerca storico archivistica costituisce il tratto distintivo del progetto, riconoscibile in tutte le sue realizzazioni, a partire dal 2018, nella Rocca di Vignola e a Casa Romei. Con questa realizzazione ‘Sogno o son Deste’ ha confermato la vocazione all’innovazione continua dei metodi di progettazione e delle tecnologie impiegate, adattandoli alle caratteristiche peculiari degli ambienti e delle immagini da ricomporre.

UNA CURIOSITÀ SULLA CROCIFISSIONE..

La Crocifissione di Casa Romei, per impostazione e stile, rimanda a quella conservata nell’Abbazia di Pomposa, attribuita al Maestro del Capitolo di Pomposa nella prima metà del XIV secolo.

Nonostante quella di Pomposa sia più ricca di personaggi (come ad esempio i soldati sulla destra della croce), l’impostazione dell’opera e lo stile ricalcano perfettamente la bottega del maestro di Pomposa… provate a notare le somiglianze!

FOTO CROCIFISSIONE CASA ROMEI

FOTO CROCIFISSIONE ABBAZIA DI POMPOSA